La pallacanestro venne portata a Calderara nell'ormai lontano 1979, da Franco Ferri, all'epoca Responsabile Provinciale Minibasket. La partenza fu lanciata e si passò in 3 anni dalla 1^ Divisione alla Serie "C.Le partite all'epoca di Zuin, Ventura e compagni, erano belle ed avvincenti. 
E l'UP Calderara, si è trasformata in una Società di base, di quelle cioè che al primo posto nei programmi hanno l'obiettivo di creare sportivi, partendo dal Minibasket ed arrivando fin dove si può. Da un punto di vista tecnico invece nessun tipo di selezione, programmi chiari, massima disponibilità nei confronti delle famiglie. Ciò non significa che non si guardi alle vittorie od allo sviluppo dei talenti che, qua più che altrove, sembrano fiorire. 
Lla prima squadra maschile "milita" nel campionato di "Promozione", quella femminile disputa, con parecchie ragazze del vivaio, il campionato di "B" Regionale. Ma le buone notizie, provengono dal Settore Giovanile. Si disputano tutti i campionati giovanili maschili, più Cadette e Allieve femminile; in totale ben 6 campionati. Nella provincia di Bologna sono oramai pochissime le società che riescono a fare tanto.
Poi c'è il nostro fiore all'occhiello, ovvero il Centro Minibasket, riconosciuto dal Coni fino dal 1981. 
I nostri mini atleti disputeranno i 6 Trofei organizzati dal Comitato Nazionale Settore Scolastico e Minibasket. Del Consiglio Nazionale del Minibasket fa parte, per il 3° biennio consecutivo, Massimo Raimondi, Direttore e anima del nostro Centro. La bontà del lavoro svolto nel Centro Minibasket a Calderara è dimostrata, se ce ne fosse bisogno, anche dagli inviti che i nostri mini atleti ricevono per partecipare ai più importanti tornei in giro per l'Italia. 
Qualcuno ha fatto i conti di quanti campionati disputiamo? Dunque 2 senior, poi 6 giovanili, e poi ancora 6 Minibasket. Ragazzi; in totale fanno 14 campionati, e tutto con alle spalle una Società il cui Consiglio è composto in tutto da una quindicina di persone, tutti volontari, ed animati dalla passione per questo sport e per i nostri ragazzi. Ma quali sono i programmi dell'UP Calderara?
È presto detto. Vogliamo proseguire sulla strada della valorizzazione del nostro Settore Giovanile, investendo ulteriori risorse verso allenatori capaci tecnicamente e preparati da un punto di vista psicologico per aiutarci a raggiungere lo scopo. 
Tutto ciò senza perdere il contatto diretto con le famiglie, restando sensibili ai bisogni dei ragazzi, dimostrandoci presenti e disponibili nella fase adolescenziale, cioè in quella fase evolutiva che causa statisticamente la maggior percentuale di abbandono dell'attività sportiva. 
Ed ancora resteremo sensibili alle problematiche economiche di chi vuole praticare lo sport, cercando forme di contenimento dei costi, evitando aumenti indiscriminati delle quote associative. Per farlo studieremo forme capillari di partnership con le aziende presenti sul territorio, maggiormente in grado di comprendere, al di fuori dell'ottica del profitto, questo tipo di problematiche.
E resteremo come sempre propositivi e disponibili al confronto con l'Amministrazione Comunale per la conservazione, il miglioramento e, se possibile, il rafforzamento dell'impiantistica sportiva a Calderara di Reno.